Facebook cancella un video di Berlinguer che parla di rivoluzione

Dopo la riduzione strutturale della portata dei post della storica pagina Facebook dedicata a Enrico Berlinguer, casualmente dopo lo shadow ban ottenuto per i post sulla Palestina, questa volta subiamo una palese censura con l’eliminazione di un video di poco meno di un minuto.

In quel video, tratto dalla Tribuna Politica del 21 aprile 1972, Enrico Berlinguer spiegava al giornalista Giorgio Gironi, del quotidiano l’Umanità, organo del Partito Social-Democratico Italiano (PSDI), la differenza tra riforme di struttura, propedeutiche alla rivoluzione, e mere riforme sociali, prerogativa del riformismo.

Poco dopo le 14:00 abbiamo ricevuto una notifica da Facebook, il quale ci informava di aver rimosso il video, per altro correttamente presente su Instagram, nonché su YouTube e TikTok.

Facebook censura, ma non dice perché

Perché Facebook ha cancellato il video? Non ce lo dice. Sia in Meta Business, la piattaforma per gestire i contenuti della pagina, sia cliccando sulla notifica, il video semplicemente è sparito. Come se non fosse mai esistito. Non risultano nemmeno violazioni da parte della pagine, con cui eventualmente approfondire quali dei termini e delle condizioni avremmo violato.

Già dopo aver pubblicato un post sulle parole di Enrico Berlinguer sulla questione palestinese, tratto dal libro “Per Enrico, Per Esempio“, di recente avevamo notato una riduzione enorme delle visualizzazioni e delle interazioni con i nostri contenuti. Qui però ci troviamo veramente a una rimozione assurda, per altro senza darci gli strumenti per poter fare ricorso.

Le parole di Berlinguer sono così eversive da risultare incompatibili con i termini e le condizioni di utilizzo di Facebook (ma non di Instagram)? Chiediamo a questo punto a Meta di darci spiegazioni coerenti e anche di rimuovere eventuali blocchi fantasma sulla nostra pagina.

A meno che non ci spieghino che è normale per una pagina da mezzo milione di follower passare da decine di migliaia di like e centinaia di migliaia di visualizzazioni (a volte milioni) a poche centinaia e poche migliaia. Con tanto di video cancellati. Per cosa, non si sa.

Le ragazze e i ragazzi di enricoberlinguer.it

Lascia un commento